HOME CHI SIAMO BOOKSTORE COLLABORA CON NOI ARTICOLI NEWS ED EVENTI SITI AMICI FACEBOOK MAPPA DEL SITO NEWSLETTER CONTATTI































Leggende









Leggende d'Italia




I Record del Mondo









Il mondo delle Fate




Esoterismo e Misteri











Dottrine dell'Esoterismo















Nello stilare questa classifica delle automobili più veloci del mondo, abbiamo tenuto conto della velocità massima ottenuta su pista e dichiarata dalla casa costruttrice. In questa speciale graduatoria di vetture superveloci risulta quindi, come prima classificata, la Bugatti Veyron 16.4 Super Sport che con i suoi 434,2 km/h si aggiudica il World Record dell'auto più veloce del mondo, record questo, ancora attualmente imbattuto. Al secondo posto, con i suoi 414,3 km/h di velocità massima ragginta, troviamo la SSC Ultimate Aero prodotta in America dalla Shelby Super Cars. Al terzo posto invece si piazza la CCX, un'automobile prodotta dalla casa automobilistica svedese Koenigsegg.







  1° - Bugatti Veyron 16.4 Super Sport Velocità: 431 km/h
Velocità massima: 434,2 km/h
Da 0 a 100: 2,3 secondi
Cilindrata: 7993 cc
Potenza: 1001 CV
 
La Bugatti Veyron 16.4 è un auto di lusso ad altissime prestazioni prodotta dalla Casa automobilistica francese Bugatti. Questa versione della Bugatti è nota per essere una delle auto di serie più costose al mondo nel periodo di produzione, e anche l'autovettura di serie più veloce mai costruita. Infatti la massima velocità raggiunta fu di 431 km/h nella versione Bugatti Veyron Super Sport. Nel giugno del 2010 è stata presentata una nuova versione della Bugatti Veyron che secondo i tecnici, è il massimo ottenibile mantenendo inalterate le caratteristiche di comodità che sono presenti nella Veyron normale. Dai giudici del Guinness World Record è stata registrata come la “Fastest Production Car”. La Bugatti Veyron Super Sport è stata prodotta con una livrea nero-arancione, identificata come livrea “World Record”, e ha raggiunto la velocità media di 431,7 km/h, e una velocità di punta pari a 434,212 km/h, entrambi i dati certificati dal TÜV. Con tali prestazioni La Bugatti Veyron Super Sport ha battuto la SSC Ultimate Aero TT che fece registrare invece 412,28 km/h di velocità massima. Nella versione in vendita la velocità massima sarà limitata a 415 km/h per non causare problemi alle gomme. L’aumento delle prestazioni è stato possibile grazie alle modifiche apportate al motore che ne hanno incrementato la potenza di 200 CV. Questa versione, più leggera di 60 kg rispetto a quella normale, permette di scattare da 0 a 100 km/h in 2,3 secondi e da 0 a 200 in 7 secondi netti da fermo.
 
 
  2° - SSC Ultimate Aero Velocità: 410,2 km/h
Velocità massima: 414,3 km/h
Da 0 a 100: 2,3 secondi Cilindrata: 6200 cc
Potenza: 787 CV
 
La SSC Aero è una supercar prodotta in America dalla Shelby Super Cars, progettata per infrangere un nuovo record di velocità per autovetture stradali. Uno delle caratteristiche distintive, nella versione coupé è quella di avere l’apertura degli sportelli verso l'alto invece che verso l'esterno. Il motore della versione standard è un V8 di 6.200 cc e ha una potenza di 787 CV che lo portano fino a 6.600 giri/minuto. Nella versione TT (Twin Turbo) invece  il motore arriva alla potenza di 1.183 CV raggiungendo i 6950 giri/minuto. Nel settembre 2007 la SSC Aero Twin Turbo è riuscita a battere il record di velocità ufficiale su strada detenuto dalla Koenigsegg CCR che raggiunse i 386,159 Km/h e quello (non ufficiale) della Bugatti Veyron di 408.47 km/h. Tali record sono stati registrati sulla Highway 222 nello stato di Washington, su cui venne rimesso asfalto nuovo. Alla guida ci fu il 71enne Chuck Bigelow, che ha dovuto affrontare anche una curva a S a oltre 337 km/h così da raggiungere la massima velocità nel rettilineo successivo. Per ufficializzare il record sono state seguite le linee guida relative a questo genere di tentativi e alla presenza degli ufficiali. Tali linee guida prevedono che un veicolo deve percorrere entro un'ora e per due volte il tracciato stabilito nei due sensi, dopodiché viene calcolata la media delle velocità massime raggiunte, evitando al minino la possibile influenza negativa di circostanze esterne. Così con 414,31 km/h nel primo passaggio e 410,24 km/h nel secondo, il record fu di 412,28 km/h. qualche anno dopo, nel giugno 2010 questo record fu nuovamente battuto dalla Bugatti Veyron nella sua ultima versione, la Super Sport.
 
 
  3° - Koenigsegg CCX Velocità: 402 km/h
Velocità massima: 402 km/h
Da 0 a 100: 3,1 secondi Cilindrata: 4700 cc
Potenza: 806 CV
 
La CCX è un'automobile prodotta dalla casa automobilistica svedese Koenigsegg dal 2006. Anche il motore è stato sviluppato e progettato dalla Koenigsegg. Particolare la struttura del motore V8 da 4,7 l di cilindrata sovralimentato con un compressore volumetrico. Sono state utilizzate leghe d'alluminio come quelle usate in aeronautica, titanio e fibra di carbonio, così che il peso del motore è di 210 kg. Le sue caratteristiche sono: V8 in posizione centrale, 4 valvole per cilindro, doppi alberi a camme; una cilindrata di 4.700 cc; potenza erogata di 601 kW con 806 CV a 6.900 giri/minuto. La CCX ha di serie un cambio a sei marce della ditta Cima in schema transaxle. Da fermo ha un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,1 secondi e la sua velocità massima registrata è di 402,00 km/h.
 
 
  4° - Saleen S7 Twin-Turbo Velocità: 399 km/h
Velocità massima: 399 km/h
Da 0 a 100: 2,8 secondi Cilindrata: 4700 cc
Potenza: 1000 CV
 
La Saleen S7 Twin Turbo è stata una revisione aggiornata dell'originale S7. Anche se il concetto iniziale per la incorporato S7 Twin-turbo, che non sono stati utilizzati sulla vettura di produzione. Il twin-turbo versione più sviluppata nel 2005 è andata in vendita per 585.296 dollari americani, in sostituzione di standard di produzione S7. Le sue prestazioni sono; da  0-100 km / h) in 2,8 sec, da 0-160 km / h) in 5,9 sec, e da 0-322 km / h) in 27 sec. La sua velocità massima è stata di 399 km/h. Nel 2006 la Saleen ha offerto un pacchetto opzionale per la S7 Twin Turbo. Tale pacchetto offriva un aumento del 33% della potenza, corrispondete a circa 1000 cavalli pari a 746 kW. Inoltre furono effettuate modifiche alle sospensioni. Infine un pacchetto optional con frontale aerodinamico in fibra di carbonio e spoiler posteriore.
 
 
  5° - McLaren F1 Velocità: 371 km/h
Velocità massima: 386,4 km/h
Da 0 a 100: 3,2 secondi
Cilindrata: 6064 cc
Potenza: 627 CV
 
La McLaren F1 è una supercar sportiva realizzata all'inizio degli anni novanta dalla casa automobilistica britannica McLaren in soli 100 esemplari. Ancora oggi è l'auto da strada con motore aspirato più veloce mai costruita. Molti la considerano una delle pietre miliari per quanto riguarda la tecnologia automobilistica di tutti i tempi. La fase di sviluppo e progettazione venne affidata a un team di 7 esperti diretti dall'ex ingegnere di Formula 1 Gordon Murray. Questi aveva l’intenzione di costruire un auto che avrebbe dovuto avere sia delle caratteristiche da GT ad altissime prestazioni che una vettura dotata di confort per poter ospitare almeno tre persone, essendo il posto guida in posizione centrale. Pur avendo una vocazione da Gran Turismo insieme all'applicazione di tecnologie d’avanguardia la vettura ha un peso poco superiore ai 1.100 kg. Questo elemento unito ad uno straordinario rapporto peso/potenza di appena 1,75 kg/cv si manifestava con prestazioni da record. La vettura è dotata di un propulsore realizzato specificatamente dalla BMW: un motore V12 con di 6 litri di cilindrata e una potenza massima di 627 cv nella configurazione base. La McLaren F1 versione stradale fu presentata pubblicamente il 28 maggio 1992 a Monaco, mentre la prima vettura di serie fu consegnata nel dicembre 1993. A seconda delle varianti può erogare dai 627 cv, a 7.500 giri/minuto ai 680 cv a 7.800 giri/minuto.
 
 
  6° - Ferrari Enzo
Velocità: 365 km/h
Velocità massima: 365 km/h
Da 0 a 100: 3,6 secondi
Cilindrata: 6000 cc
Potenza: 660 CV
 
Per celebrare i 55 anni di attività delle casa di Maranello, nel 2002 fu progettata e realizzata la Ferrari Enzo, una vettura coupé che venne presentata ufficialmente al Salone dell'automobile di Parigi ad ottobre dello stesso anno. Per la realizzazione si prese spunto dalla tradizione e dall’esperienza delle auto utilizzate in Formula 1. Così che la Enzo è, ancora oggi una delle auto più ammirate e ricercate dagli appassionati grazie alla sua linea che appare esteticamente sportiva ma allo stesso tempo elegante. Il nome le venne attribuito per onorare il fondatore dell'azienda, Enzo Ferrari. All’inizio fu programmato di realizzarne 349 esemplari della vettura ma a seguito del grande successo che riscosse, ne furono realizzate in totale 399 negli anni 2002 fino al 2004. Nel 2005 fu appositamente costruito un esemplare in più per donarlo a papa Giovanni Paolo II, che la mise all'asta e il ricavato lo diede interamente in beneficenza. I dati inerenti alle prestazioni sono abbastanza singolari: quelli sui tempi di accelerazione sono stati ufficialmente comunicati dalla casa produttrice mentre il dato relativo alla velocità massima raggiunta non è mai stato indicato con precisione. Per cui la Ferrari Enzo impiega da 0-100 km/h solo 3,6 secondi. Meno di 10 secondi per arrivare da 0 a 200 km/h. La velocità massima registrata è di 365 km/h. Per acquistarla occorrono 665.000 €.
 
 
  7° - Jaguar XJ220

Velocità: 341,7 km/h
Velocità massima: 349,4 km/h
Da 0 a 100:
Cilindrata: 3500 cc
Potenza: 500 CV

 
Tra il 1992 e il 1994 la Jaguar mise in produzione il modello XJ220; una vettura sportiva che ebbe il supporto della collaborazione di Tom Walkinshaw Racing. Fino al 1994 ha detenuto il record di velocità massima con 350 km/h successivamente battuto dalla McLaren F1. Fin dal 1980, Jim Randle, il capo ingegnere della Jaguar, iniziò un processo di sviluppo per realizzare una vettura che potesse battere la concorrenza della Ferrari F40 e la Porsche 959. In sostanza voleva rivedere e aggiornare il modello XJ13, una vetture leggera costituita da due posti e un potente motore V12. Randle fece un ulteriore passo avanti nell’idea e progettò di ripartire la trazione su tutte le ruote per ottenere sia una maggiore aderenza che una migliore maneggevolezza. Inoltre introdusse una cella di sicurezza integrale per incrementare la sicurezza anche alle alte velocità. Tutto il progetto iniziale era volto, dunque a creare un auto che fosse in grado di superare i 320 km/h. Così nel 1992, presso l'anello dell'alta velocità di Nardò, alla guida di Martin Brundle, la XJ220 arrivò a toccare i 341,7 km/h. La macchina forte di un motore con circa 60 CV (45 kW) più potente e grazie ai catalizzatori scollegati e al limitatore aumentato da 7.200 giri al minuto fino a 7.900 giri permise subito dopo a Brundle, di guidare una XJ220 arrivando ai a 349,4 km/h, l'equivalente di circa 359 km/h su un rettilineo.
 
 
  8° - Pagani Zonda F
Velocità: 346 km/h
Velocità massima: 346 km/h
Da 0 a 100: 3,6
Cilindrata: 7291 cc
Potenza: 602 CV
 
Nel 2005 la casa automobilistica Pagani produce la Zonda F. Inizialmente battezzato come Fangio F.1, le fu attribuito questo nome in omaggio al grande campione dell'automobilismo Juan Manuel Fangio, connazionale, amico e mentore di Horacio Pagani. Il progetto denominato “Zonda” deriva dal nome di un vento andino. La Zonda F viene proposta anche nella versione roadster o "clubsport", ancora più esclusiva del modello di base. Monta il motore Mercedes-Benz V12 con una potenza da 602 CV nella versione base mentre nella versione Clubsport i cavalli sono 650 CV , disponibile sia per la Roadster che per la coupé. A quest’ultima le viene accreditata una velocità di 346 km/h, un'accelerazione da 0 - 100 km/h in soli 3,6 secondi e da 0 - 200 km/h in 9,8 secondi, che ne fa una delle auto più veloci mai realizzate al mondo. Qualunque suia la versione i prezzi sono particolarmente elevati e ciò è dovuto al fatto che ogni modello della Zonda è costruita artigianalmente con materiali ricercati, qualitativamente ottimi e tecnologicamente avanzati come, ad esempio, la fibra di carbonio.

 
 
  9° - Lamborghini Murcielago LP670-4 SV Coupé Velocità: 342 km/h
Velocità massima: 342 km/h
Da 0 a 100: 3,2
Cilindrata: 6200 cc
Potenza: 670 CV
 
La Murciélago, prodotta nel 2002, è stata un'autovettura sportiva prodotta dalla Lamborghini. Progettata da Luc Donckerwolke  fu realizzata per sostituire la Diablo. L’ultimo modello della Murciélago, esattamente la numero 4.099 fu realizzata nel 2010. Nel 2009 fu lanciata la nuova versione del modello LP640 ovvero la Murciélago LP670-4 SV. Il suo sviluppo portò alcune caratteristiche importanti come la riduzione di peso, mediante l’utilizzo quasi totale di fibra di carbonio, alcantara e altri materiali leggeri, così da abbassare il peso di 100 kg (1565 kg di peso contro i 1665 della LP640). Il motore eroga una potenza di 670 cavalli ma rimane la trazione integrale, da cui il numero"4" all’interno del nome. La sigla "SV" significa invece Super Veloce. Unendo le due principali caratteristiche fisiche di potenziamento e alleggerimento permetterà a questa vettura di raggiungere i 100 km/h in 3,2 secondi. È stato reso disponibile, come optional, anche un alettone che a seconda delle regolazioni può portare l'auto alla velocità massima di 337 o 342 km/h.
 
 
  10° - Porsche Carrera GT Velocità: 330 km/h
Velocità massima: 336 km/h
Da 0 a 100: 3,9
Cilindrata: 5733 cc
Potenza: 612 CV
 
La Porsche Carrera GT prodotta dalla casa automobilistica tedesca Porsche dal 2003 al 2006, è una roadster dotata di un propulsore centrale ad alte prestazioni. Questo modella della Porsche prese il nome per onorare il 3° posto assoluto conquistato nella Carrera Messicana del 1954. La sigla GT sta per Gran Turismo. La presentazione, anche se soltanto a livello di concept car, avvenne al salone dell'automobile di Ginevra nel 2000. La produzione iniziò soltanto nel 2003. La Carrera GT vantava telaio e carrozzeria realizzate in fibra di carbonio: una lega particolare che garantisce un’estrema leggerezza e una grande rigidità nella struttura. Fu una delle prime vetture in cui si applicò tale materiale in ambito automobilistico su automobili realizzate in serie. Altra particolarità è che fu utilizzato un unico colore per la carrozzeria ovvero il GT Silver Metallic. Durante i tre anni in cui fu prodotta (fino al 6 maggio 2006), di questa roadster vennero fabbricati ben 1.270 esemplari, di cui quasi la metà (604) vennero destinati al mercato statunitense. Bisogna inoltre considerare il fatto che si tratta di un veicolo artigianale, quasi totalmente costruito a mano e ciò ne attribuisce un valore tra i più elevati in assoluto. Il luogo di produzione, stabilimento di Lipsia, fu lo stesso dove vennero realizzate prima la Porsche Cayenne ed in seguito anche la Porsche Panamera. La velocità massima registrata fu di 336 km/h e ha un’accelerazione da 0-100 km/h in 3,9 secondi e da 0-200 km/h in 9,9 secondi.
 
 
  11° - McLaren Mercedes SLR Velocità: 333 km/h
Velocità massima: 333 km/h
Da 0 a 100: 3,8
Cilindrata: 5500 cc
Potenza: 626 CV
 
Il progetto C199, aveva l’obiettivo di creare una supersportiva da contrapporre alle Ferrari ed alle Porsche più esclusive. La Vision SLR, così fu chiamata la concept car del progetto, fu disegnata da Peter Pfeiffer, e si trattava di realizzare una vettura che potesse dare un maggiore sviluppo tecnico e un generale rinnovamento ricalcando gli antichi fasti delle Mercedes-Benz 300 SLR e 300SL "Ali di gabbiano". Prendeva ispirazione anche dalle velocissime "Frecce d'argento" che dominavano i circuiti di Formula 1 con Mika Hakkinen. Il successo di pubblico ottenuto dal prototipo aumentò la fiducia nel progetto e diede una spinta ai vertici della Mercedes-Benz per avviarne definitivamente l’iter che avrebbe portato alla creazione della vettura definitiva, e che avrebbe avuto la collaborazione con il partner inglese della Formula 1, la McLaren appunto. L’intero progetto C199 venne supervisionato dal grande Gordon Murray. Il cosiddetto motore M155 è il vero "cuore" della SLR McLaren, un V8 frutto dell'evoluzione del 5.5 litri, poi rivisto dalla AMG di Affalterbach, che grazie all'esperienza dei suoi tecnici ha portato lo ha portato a raggiungere una potenza massima di 460 kW (626 CV) a 6500 giri/minuto. Con tali caratteristiche si presentava come il motore Mercedes-Benz più potente mai realizzato fino a quel momento. Il propulsore dalle grandi prestazioni fu montato su questa supercar, coadiuvato da un cambio automatico a gestione elettronica, permise alla SLR McLaren di raggiungere elevati livelli prestazionali: la velocità massima registrata fu di ben 333 km/h; la vettura è in grado di raggiungere, con partenza da fermo, i 100 km/h in soli 3.8 secondi i 200 km/h in 10.6 secondi ed i 300 km/h in 28.8 secondi.
 
 
Le automobili più veloci del mondo


Se questo articolo ti è piaciuto e lo hai trovato interessante clicca mi piace e condividilo con i tuoi amici









Macrolibrarsi

metti nel carrello

In Edicola
il nuovo numero di Fenix

rivista fenix

In Edicola
il nuovo numero di XTime

rivista xtime


Libri Consigliati
da Miti e Misteri

Acquistalo con il 15% di Sconto
e SENZA spese di spedizione!
ombra del diluvio

Acquistalo con il 15% di Sconto
e SENZA spese di spedizione!ombra del diluvio
Acquistalo con il 15% di Sconto
e SENZA spese di spedizione!defixiones
Acquistalo con il 15% di Sconto
e SENZA spese di spedizione!c era una volta

Acquistalo con il 15% di Sconto
e SENZA spese di spedizione!libri dell'abisso

Acquistalo con il 15% di Sconto e SENZA spese di spedizione!profezia cristo pagano
Acquistalo con il 15% di Sconto e SENZA spese di spedizione!oggetti misteriosi

Immagini Fantasy


















Link Utili

attezzature ghost hunting



HOME CHI SIAMO BOOKSTORE | COLLABORA CON NOI ARTICOLI NEWS ED EVENTI SITI AMICI FACEBOOK MAPPA DEL SITO CONTATTI