Le case degli Gnomi

Alla scoperta delle abitazioni gnomiche



Quando parliamo di case degli gnomi, parliamo del tipico modello di abitazione gnomica dell’area silvestre e della zona mediterranea. Secondo gli gnomi, la zona più sicura e robusta di un albero sono le sue radici, simbolo di stabilità, tradizione e protezione.




Le case degli Gnomi

 

Una volta scelto un albero (soprattutto abeti nell’area silvestre e querce in quella mediterranea) gli gnomi chiedono ad un roditore loro amico, solitamente un coniglio o una lepre, di aiutarli a scavare un profondo cunicolo. Dall’ingresso, si giunge fino al cuore della zona radiale dell’albero: bisogna fare estrema attenzione a non intaccare la zona di saldatura tra le radici ed il terreno. Una volta scavato il tunnel, lo gnomo compatta le pareti con un impasto di terriccio ed acqua, e mimetizza l’ingresso con l’aiuto di muschi e licheni. Due sono le stanze di maggiore  importanza: il ripostiglio-laboratorio e la cucina, che funge anche da salotto.

Il laboratorio è la zona dove lo gnomo maschio passa la maggior parte del suo tempo, quando non è impegnato nei suoi viaggi di esplorazione.

L’arte e la sicurezza

 

È proprio qui che gli gnomi danno sfogo alla propria arte, quella di produrre artigianato. Lavorano varie qualità di legname o realizzando oggetti in ceramica. Il salotto è invece la zona del relax, dove la famiglia di gnomi solitamente si riunisce per stare insieme e nel quale si accolgono gli amici. Naturalmente le riunioni migliori avvengono attorno ad un tavolo davanti piatti appetitosi. Bisogna sottolineare che gli gnomi tengono molto alla propria incolumità e a quella della loro famiglia. Le loro abitazioni, infatti, sono spesso circondate da trappole. Queste non sono lesive, ma svolgono, perlopiù, una funzione di antifurto, mettendo in guardia gli gnomi dall’arrivo di molestatori e di ospiti indesiderati. Un caso a parte riguarda la zona della dispensa.

Gli gnomi devono stare molto attenti ai piccoli roditori, che sono alla costante ricerca di cibo. Nelle case degli gnomi le dispense sono quindi dotate di complicati meccanismi che bloccano l’intruso, liberato solo dopo una estenuante ramanzina “educativa”!

 

di Azzurra Tacente, Alessandro Scoccia e Tiziana Trimboli
tratto dal libro Bogus Racconta il Piccolo Popolo

AUTORE: AZZURRA TACENTE

ILLUSTRATORI: T. TRIMBOLI, A. SCOCCIA

FORMATO: 15 X 21

PAGINE: 128 a colori

ISBN:  978-88-89713-00-3

Bogus Racconta… Il Piccolo Popolo: Gnomi e Troll

 

Il primo volume di “Bogus Racconta” è un’interessante lettura sulle tradizioni e le abitudini del popolo degli gnomi, accompagnata da una serie di bellissime illustrazioni create dalla matita di Alessandro Scoccia e Tiziana Trimboli. Il lettore potrà scoprire, grazie alle rivelazioni di Bogus, tutti i segreti degli gnomi: da dove vivono ai loro tradizionali mestieri, dalle loro feste stagionali alle loro abitudini culinarie… e tanto altro ancora!

“Bogus Racconta” racchiude, inoltre, introvabili notizie sul mondo dei troll, dalle varie razze che caratterizzano questa specie, alle loro abitudini sociali e famigliari ai loro poteri segreti… tutto questo fa di “Bogus Racconta” un libro che non mancherà di appassionare, stupire e divertire.