Calakmul

Cosa vedere e come visitare Calakmul



Calakmul è un sito archeologico Maya che dal 2002 è stato dichiarato Patrimonio mondiale dell’Umanità dall’UNESCO. Si trova in Messico nello stato di Campeche vicino al confine con il Guatemala a circa 150 km (linea d’aria) ad ovest di Chetumal. L’antica città di Calakmul che significa letteralmente “due monticelli insieme” fu scoperta per la prima volta nel 1931 dal biologo Cyrus Longworth Lundell. Solo nel 1982 , però, iniziarono gli scavi veri e propri per portare alla luce questo meraviglioso e immenso tesoro archeologico.




Calakmul si può considerare una dei più importanti insediamenti edificati dalla civiltà Maya. Dagli ultimi studi archeologici si ritiene che questa città, al culmine del suo splendore (300 a.C.-250 a.C.), potesse ospitare oltre 50.000 abitanti. Fino a poco tempo fa si riteneva che la città fosse sempre stata dominata da una dinastia che governò sotto il simbolo del Glifo Emblema. Alcune scoperte successive, in particolare a Dzinbanché, rivelarono una scalinata con prigionieri scolpiti in rilievo ed iscrizioni celebrative di vittorie militari che hanno messo in discussione l’origine del sito e della sua dinastia. Oggi sembra appurato che Calakmul non fu sempre governata dalla dinastia del Glifo Emblema (Testa di Serpente), ma solo durante il periodo che va dal 636 d.C. al 736 d.C.

Cosa Visitare a Calakmul

 

La città Maya di Calakmul si trova nel cuore della più grande area protetta del Messico. Questa si estende per oltre 723.000 ettari. Quest’area, interamente compresa nello stato di Campeche è il secondo polmone verde dell’intero continente nordamericano. Attualmente, l’area archeologica  comprende circa 6.000 strutture che vanno a formare gli insediamenti della città che si estende per 70 km quadrati. Tutta l’area di Calakmul è suddivisa in 5 grandi complessi organizzati attorno alla Gran Plaza, considerata l’area centrale dell’antica città. Ad ogni modo, la sola zona monumentale di Calakmul è costituita da oltre mille edifici.

Questo straordinario numero di costruzioni rinvenute in diversi scavi, ha permesso di stabilire che questa sia stata la più grande città maya mai costruita. Tra la ricchezza di edifici dell’area archeologica di Calakmul possiamo ammirare sontuosi templi, straordinari santuari, palazzi e case costruite con pietre squadrate.

La zona più importante della città è quella dell’Acropoli. Questa è  caratterizzata dalla presenza di due enormi blocchi di pietra alti 50 metri e la cui base si estende un’area di quasi due ettari.

La Grande Acropoli è uno spazio residenziale urbano costituito da un insieme di strutture disposte intorno a piazze e cortili. È stata concepita, quindi, per avere la doppia funzione di area pubblica e di area riservata alla classe dirigente.

Altri importanti monumenti che meritano un’attenta visita sono situati nell’area di Chicanná. Questa è una città maya costruita nel periodo classico che sorge a due chilometri a ovest di Becan. Chiacannà sembra una piccola città dove ci sono diverse costruzioni realizzate per riti cerimoniali.

Come arrivare a Calakmul

 

La città più importante e più vicina a Calakmul è Chetumal. Da qui tramite la México 186 si raggiunge Xpuhil che sorge sempre sulla México 186. Dopo 169 km da Chetumal si svolta a sinistra e si imbocca la Campeche Conhuas-Calakmul e la si percorre per circa 59 km. Al termine della strada le rovine di Calakmul sorgono alla vostra sinistra.

Quando andare a Calakmul

 

Il clima di è quello tipico della penisola dello Yucatan ovvero caldo e umido. La visita è consigliabile durante le giornate serene per non camminare tra le rovine sotto piogge abbondanti. In ogni caso è necessario portarsi una buona scorta di acqua e di cibo poiché il viaggio è lungo e potrebbe durare dalle 3 alle 4 ore.

L’area archeologica di Calakmul è aperta tutti i giorni dalle 8.00 alle 17.00.

Nella città di Xpuhil si possono trovare strutture ricettive, guide turistiche esperte della zona e altre informazioni per la visita al sito.