Copan

Cosa vedere e come visitare a Copan



Copan è un sito archeologico Maya situato in Honduras, sulle sponde dell’omonimo fiume. È ubicata, quindi, non lontano dal confine con il Guatemala. Nell’area archeologica si possono ammirare alcune delle opere di scultura più famose e importanti del periodo classico Maya.




È probabilmente il sito più noto dell’Honduras ed è stato proclamato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

Il nome antico della città era Hux Witik, quello del regno Glifo Emblema non è ancora interpretato con certezza. Il nome antico di Copan potrebbe essere stato anche in una lingua non Maya come ad esempio il Lenca.

Copan vanta una storia molto lunga. Questa va dal Periodo Preclassico finale al Periodo Postclassico iniziale. La sua storia potrebbe essere separata in tre fasi fondamentali. Una prima fase, denominata predinastica, una seconda fase denominata dinastica e una terza denominata dell’abbandono.

Storia di Copan

 

La città di Copan è stata scoperta nel 1570 da Diego Garcia de Palacio ma la sua esistenza non ha suscitato alcun interesse nel mondo. Almeno fino a quando John Lloyd Stephens, viaggiatore ed esploratore statunitense, non valorizzò tra il 1839 e il 1841, con le sue ricerche e le sue scoperte il quasi disconosciuto mondo della civiltà Maya.

Da allora, numerose spedizioni archeologiche hanno permesso l’esplorazione delle diverse zone del sito avvolto in una foresta quasi inaccessibile. La scoperta della cittadella e le imponenti piazze che caratterizzano il tessuto urbano della città hanno permesso di rivelare le tre principali fasi di sviluppo prima che la città fosse abbandonata agli inizi del X secolo. Gli spettacolari templi, le immense piazze piazze e le numerose terrazze, fanno di Copan un complesso architettonico tra i più caratteristici della civiltà Maya.

Cosa Visitare a Copan

 

La città Maya di Copan è formata attualmente da un sistema di strutture principali intorno al quale sono disposti diversi monumenti secondari. Il cuore del sito archeologico di Copan è l’Acropoli. Questa composta da templi, piramidi e terrazze. Sempre nell’Acropoli sono presenti due piazze in cui sorgono due grandi templi.

Uno di questi era destinato alla funzione di celebrazioni religiose e rappresentava la porta che conduceva negli inferi. Sopra il secondo tempio, invece, ne era presente un terzo dove sono scolpite varie figure rappresentanti le dinastie che si sono avvicendate a Copan.




Le piazze più importanti della città sono due. La Plaza Cerimoniale, con un’apertura impressionante, si apre su una collina dove sono disposti numerosi monoliti scolpiti da ricche sculture e alcuni altari. La Stairway Plaza, invece, spicca per la sua scala monumentale (Scala Geroglifica) composta da 63 gradini.

Posizionata alla sua estremità orientale, questa scala è considerata una delle più importanti e grandiose strutture della cultura Maya.

Ai lati della scala sono presenti più di 1.800 glifi che costituiscono la più lunga iscrizione Maya.

Fu così il primo uomo che entrò nel tempio a distanza di migliaia di anni.

Altra particolarità della città è l’incredibile rete di tunnel che si estende sotto la città. Durante le operazioni di scavo sono venute alla luce alcune testimonianze dell’epoca più antica delle civiltà Maya.

Il Cortile per il gioco della Palla si presenta come una grande spianata fiancheggiata da due enormi tribune laterali. Nella cultura maya, il gioco della palla assumeva un’importante funzione sia sacra che rituale. Si ritiene, infatti, che alla fine del gioco, chi risultasse perdente venisse sacrificato agli dèi.

Come arrivare a Copan

 

Copan si trova a poco più di 2 km dal villaggio di Barrio el Centro nella parte più occidentale dell’Honduras. Numerosi e di varie tipologie sono i pacchetti turistici. Questi prevedono tour che comprendono la visita alle rovine. Tramite agenzia è possibile pianificare il viaggio in sicurezza includendo altre tappe di sicuro interesse.

Quando Visitare Copan

 

Il clima di Copan è di tipo tropicale. La probabilità di pioggia è maggiore in inverno che in estate. Il mese di febbraio è quello più secco mentre il mese di giugno si concentra la maggiore piovosità. A maggio troviamo le temperature più elevate. quindi il periodo migliore per visitare le Rovine di Copan va da febbraio ad aprile. Gli altri mesi potrebbero essere o troppo caldi o troppo piovosi rendendo la visita della città più difficoltosa.