Fiore dell’Apocalisse

Il significato del Fiore dell’Apocalisse



Il Fiore dell’Apocalisse rappresenta l’Apocalisse nel suo significato di Rivelazione del Divino nell’Uomo.




Simbologia del Fiore dell’Apocalisse

 

Presente in molte opere alchemiche del periodo medievale, il Fiore dell’Apocalisse si presenta come una sorta di fiore. Questo era il risultato geometrico dell’intersecazione di quattro porzioni di cerchi.

Ne risultano così quattro petali che rappresentano i quattro elementi della natura (Fuoco, Acqua, Terra, Aria) perfettamente equilibrati. Questo equilibrio sta a significare il rifiorire per generare in tal modo l’Armonia.

Ogni petalo, inoltre, raffigura anche l’essenza dei quattro esseri dell’Apocalisse (Uomo, Aquila, Toro e Leone). Questo a rappresentare l’unità del Libro della Conoscenza che scaturisce dalla molteplicità delle scritture e quindi degli elementi.

Gioacchino da Fiore un abate, teologo e scrittore italiano vissuto nel XII secolo, nel suo “Liber Figurarum”, rapportabile a questo simbolo, pone i quattro cerchi, i quattro evangelisti o i quattro elementi, sui due anelli che rappresentano la perfezione nel dominio dei due mondi, cielo e terra, acque superiori e acque inferiori.

In poche parole, una perfetta geometria armonica della Creazione e dell’Uomo Divino. Il Fiore dell’Apocalisse, inoltre, secondo Rudolph Koch, è un potente talismano contro le forze maligne.

Il Nodo dell’Apocalisse e il Fiore dell’Apocalisse

 

Interessanti sono i nuovi studi effettuati da Giulio Coluzzi e apparsi sul sito www.angolohermes.com riguardo il Fiore dell’Apocalisse:

«Tuttavia, nuovi studi e nuove ricerche nel campo del simbolismo hanno portato alla conclusione che questo emblema è più correttamente ascrivibile alla categoria dei “nodi”, e pertanto adotteremo d’ora in avanti la denominazione di “Nodo dell’Apocalisse“. A conferma di tale scelta, si pone la similarità con alcune figure ben note ed utilizzate in ambito araldico che sono designate con questo nome, come il “nodo Bowen” o il “nodo Lacy”. Di fatto, potremmo descrivere questo simbolo come un Nodo di San Giovanni (l’equivalente simbolico del nodo Bowen) con i cappi di forma ogivale anziché circolare, come i petali di un fiore, circondato da una coppia di anelli concentrici (o anche uno solo, a seconda dei casi).»