Immacolata Concezione

Significato, origine e storia della Festa dell’Immacolata



L’Immacolata Concezione è prima di tutto un dogma cattolico e viene celebrata l’8 dicembre di ogni anno. Per molti secoli la Chiesa cattolica ha avuto un atteggiamento prudente per quanto riguarda l’Immacolata Concenzione anche se furono molti e in più circostanze ad esserne a favore della sua istituzione come dogma.




Festa dell’Immacolata: le origini

 

Prima ci fu Papa Sisto IV che introdusse la festa liturgica dell’Immacolata Concezione pur non pronunciandosi sul piano dogmatico. Successivamente nel 1661 Papa Alessandro VII emanò la bolla chiamata “Sollicitudo”. In questa, si esprime a favore dell’Immacolata Concezione. Nel 1708 fu Clemente XI che rese universale la festa dell’Immacolata Concezione.

Questa particolare data ha origine dal fatto che nel 1854 Pio IX proclamò l’Immacolata Concezione con una bolla chiamata “Ineffabilis Deus”. Tale documento sancisce in modo inequivocabile come la Beata Vergine Maria sia stata resa immune dal peccato originale.

Pertanto non deve essere confuso con il concepimento di Gesù da parte dio Maria ma il dogma fa riferimento al peccato originale. Come è noto la Chiesa Cattolica afferma che ognuno di noi, come esseri umani, all’atto del concepimento siamo già marchiati dal peccato originale.

Immacolata concezione: il significato

 

Molte persone in effetti credono erroneamente che l’Immacolata Concezione si riferisca alla concezione di Gesù Cristo. Precisando che, nello specifico la concezione di Gesù fu immacolata. Ma questo dogma attuale non fa riferimento a Gesù.  Una dichiarazione ufficiale diffusa dalla dottrina cattolica afferma: “…la beatissima Vergine Maria fu preservata, per particolare grazia e privilegio di Dio onnipotente, in previsione dei meriti di Gesù Cristo Salvatore del genere umano, immune da ogni macchia di peccato originale.

Un fatto importante da tener conto è il fatto che nella Bibbia non viene espressamente insegnata e né viene indicata espressamente questa caratteristica di Maria. In sostanza Maria viene descritta come una donna comune a tante altre con la sua umanità e imperfezione ma che Dio ha scelto per far nascere il Signore Gesù Cristo. Non viene messa in discussione la sua santità (Luca 1:28) e inoltre fu sicuramente una moglie e una madre meravigliosa ma la Bibbia non si riscontra e non si evince esplicitamente o meno che Maria fosse esente o immune dal peccato originale; solo per Gesù è chiara la sua purezza.

Sostanzialmente non viene sciolto il nodo problematico sull’immunità di Maria dal peccato. Da un punto di vista biblico, quindi, è bastato dichiarare che Gesù stesso fu miracolosamente salvato dal peccato. Tutto questo anche se Maria fosse stata considerata una peccatrice.




Le apparizioni mariane

 

Quest’ultimo punto è stato molto discusso. Infatti, anche sancendo l’Immacolata Concezione è doveroso considerare che la stessa Maria fu concepita da una madre che non è stata mai dichiarata immune dal peccato originale. Per cui non sarebbe stato possibile considerare peccatrice Maria la quale ha concepito Gesù. Gesù in quanto incarnazione di Dio sulla terra che nella sua essenza è  “immune” dal peccato.

Nel mondo cattolico la devozione all’Immacolata Concezione è legata con le apparizioni di Lourdes avvenute nel 1858 mentre.

A livello iconografico, invece, è connessa alle precedenti apparizioni di Rue du Bac a Parigi nel 1830. Entrambe sono apparizioni mariane riconosciute ufficialmente dalla Chiesa Cattolica.

Il 27 novembre del 1830, infatti, Catherine Labouré, novizia presso il monastero parigino di Rue di Bac, fece coniare una medaglia chiamata successivamente “medaglia miracolosa”, in cui erano incise le seguenti parole che lei vide durante l’apparizione della Beata Vergine Maria: “O Maria, concepita senza peccato, pregate per noi che ricorriamo a voi”.
Nel 1858, invece fu l’anno della celebre apparizione della Madonna di Lorudes a Bernadette Soubirous. Questa riferì che la Vergine le apparve pronunciando queste parole: “Que soy era Immaculada Councepciou” che tradotto vuol dire “Io sono l’Immacolata Concezione.