Pentecoste

Significato, origine e storia della Pentecoste



La Pentecoste è una festa cristiana di grande rilevanza che cade la settima domenica dopo Pasqua, e celebra la discesa dello Spirito Santo sugli apostoli, l’istituzione della Chiesa di Roma, i doni dello Spirito Santo e la missione di annunciare il vangelo in tutto il mondo.




Pentecoste: origine e significato

 

Pentecoste in greco significa letteralmente “cinquantesimo giorno”, e fa riferimento ai cinquanta giorni dopo la Pasqua ebraica.

Un tempo questa ricorrenza era chiamata anche Pasqua delle Rose, perché in molte chiese, per commemorare la discesa dello Spirito Santo sugli apostoli, si facevano cadere durante la messa rose e fiori vari.

Nel Pantheon di Roma, da qualche anno, si fanno venire giù dall’alto petali di rose.

La ricorrenza della Festa di Pentecoste è diventata orma un appuntamento fisso del calendario liturgico.

È considerata una festa mobile (legata cioè al giorno in cui cade la Pasqua di Risurrezione) ed è denominata anche Festa dello Spirito Santo. Questo giorno, che capita sempre di domenica, conclude le festività del periodo pasquale.

La festa di Pentecoste è celebrata non solo dalla Chiesa cattolica, ma anche da quella ortodossa e dalle chiese protestanti.

In alcuni paesi europei, invece, si facevano un tempo volare dai tetti delle chiese delle colombe.

Si gettavano, poi, carboni accesi come simbolo della discesa dello Spirito Santo sugli apostoli.

Alcuni credono che, raccogliendo la rugiada la vigilia di questa ricorrenza, e dandola agli animali per esempio cosparsa su del pane, questi vengano protetti dalle malattie.