Significato e simbologia del Pino

Pino: simbolo di immortalità ed eternità



Pinus (Pino) è il nome comune di un genere di alberi e arbusti sempreverdi, a cui appartengono circa 120 specie, facente parte della famiglia delle Pinaceae. I Pini, in genere, sono per lo più piante pioniere che colonizzano nuovi ambienti grazie al loro polline, leggero e alato, che viene facilmente trasportato dal vento.




Caratteristiche del Pino

 

Sono presenti sia in montagna dove troviamo il Pino silvestre e il Cembro (che possono raggiungere i 30 metri di altezza e vivono fino ai 200 metri di quota) che sui litorali (Pino marittimo) dove, sin dai tempi antichi, l’uomo li ha coltivati. Il Pino mugo è la specie che vive ad altitudini più elevate spingendosi fino ai 2.700 metri di quota, dove le condizioni ambientali sono molto difficili. Questa specie si presenta come un arbusto non più alto di 2 metri che forma, con i suoi rami, una sorta di candelabro.

Significato e simbologia del Pino

 

Essendo un albero sempreverde, è simbolo di immortalità ed eternità. Oltre a questo importante significato, comune a tutte le conifere, questo albero simboleggia anche la felicità coniugale e la fertilità per via degli aghi uniti a coppia e innestati su corti rametti denominati brachiblasti. Nella Grecia antica i Pini erano consacrati a Rea, rappresentazione del tutto che racchiudeva le coppie di opposti. Si presentava, quindi, come un’entità androgina dalla quale nasceva la creazione.

Sempre nelle leggende greche, come in quelle orientali, troviamo i Pini come simbolo di albero sacrificale, ovvero, l’albero del supplizio iniziatico. Rimanendo in territorio ellenico, possiamo dire che questo albero era sacro anche per Dioniso e Attis.

Si narrava, infatti, che esso prosperasse in presenza di terreni caldi, gli stessi che permettono alla vite una crescita lussureggiante. La resina di questa pianta si pensava servisse proprio alla conservazione e al miglioramento del vino. Da qui il collegamento tra la Vite e il Pino e tra il Pino e Dioniso.

La gradevole essenza che sgorga dal tronco di questa pianta è equiparabile al prodotto della Vite. Questo proprio perché Dioniso è il signore della maturità e della generazione, il Pino gli appartiene. Come accennavamo in precedenza, dall’antica Grecia all’Estremo Oriente troviamo nel significato di questo albero diverse similitudini. In Giappone, infatti, per costruire templi e strumenti utili per le celebrazioni religiose si usava il legno di questo albero. Tutto ciò avveniva soprattutto nei matrimoni dove, tra l’altro, la coppia di sposi veniva invitata a bere una tazza di tè vicino a un Pino. In Cina, invece, questo albero fa parte di un insieme di simboli il cui significato è legato alla longevità.