Significato del Punto

Significato e simbologia del Punto



I punti, matematicamente parlando, non hanno dimensioni. Dunque è invisibile, al pari del Principio universale di cui è simbolo. In geometria il Punto è un concetto primitivo.




Da una prospettiva meramente intuitiva equivale a un’entità adimensionale spaziale. Per tale motivo, questo elemento può essere considerato semplicemente come una posizione, ovvero, come una coordinata.

Alcuni, invece, considerano che i punti possano rappresentare una figura geometrica. Com’è noto, infatti, una figura è data da un insieme di punti.

Se andiamo a considerare gli Elementi di Euclide, ai punti è riservata la prima delle definizioni che si trovano nel I libro e recita: punto è ciò che non ha parti. Il Punto è l’ente fondamentale della geometria ed è completamente adimensionale.

Da una prospettiva meramente intuitiva equivale a un’entità adimensionale spaziale. Per tale motivo, questo elemento può essere considerato semplicemente come una posizione, ovvero, come una coordinata. Alcuni, invece, considerano che i punti possano rappresentare una figura geometrica. Com’è noto, infatti, una figura è data da un insieme di punti.

Tre o più punti nello spazio si dicono allineati se sono contenuti in una retta.

Quattro o più punti nello spazio si dicono complanari se sono contenuti in un piano.

 

Punto: principio universale

 

Questo perché designa la posizione di centralità interiore, ricollegandosi così al simbolismo del centro e al Punto centrale della croce. La verità va dunque cercata in interiore. In altre parole, l’iniziato deve ritornare in se stesso.

Solo nella propria interiorità l’uomo è capace di ritrovare l’energia principiale, la cui presenza all’esterno avverte invece confusamente, per speculum et in aenigmate. Il Principio universale permea di sé ogni esistenza; ogni manifestazione trova la propria giustificazione grazie a una partecipazione della sua essenza e nella misura di tale partecipazione.