Triskel

Il significato del Triskel



L’origine primordiale del simbolo del Triskel è la Svastica. Il nome Svastica deriva dal sanscrito (su – asti = bene + essere = benessere).




Simbologia del Triskel

 

È una raffigurazione di un essere con tre gambe (dal greco τρισκελής). Per estensione rappresenta qualsiasi altro simbolo con tre protuberanze e una triplice simmetria di rotazione. La storia dell’antica Triskel è molto articolata e appare ancora avvolta da molti misteri. Ricollegata alla mitologia, per molti studiosi si tratta di un simbolo indoario, ovvero, derivante da una grafia di un antico popolo nomade appartenente al gruppo indoiranico dei popoli indoeuropei.

Questo simbolo, denominato anche Triskell, Ttriscèle, Trisquelle, Triskèle o Triskellion, è un simbolo dalle antichissime origini ed è stato rinvenuto un po’ ovunque nelle sue diverse versioni grafiche.

Come accennavamo, il Triskell è un simbolo tripartito rappresentato da tre vortici contenenti, a loro volta, altri tre vortici più piccoli. In quasi tutte le culture, esso rappresenta, con la sua energia vorticosa, la ruota danzante della creazione che istilla la vita in tutto il creato.

Il Triskel e i Celti

 

Il Triskel nella simbologia indoeuropea è una figura particolarmente diffusa in ambito celtico. Serviva per simboleggiare le forze dell’Universo. Lo troviamo anche tra gli antichi popoli germanici, in incisioni runiche del I millennio d.C.

La sua simbologia più antica è di tipo solare e cosmico, in quanto rappresenta la tripartizione delle energie dell’Universo, la Trinità, apportatrice di forza, equilibrio e benessere. Le tre alette sono i tre elementi di base: Acqua, Terra, Aria;

Il quarto elemento, il Fuoco, è l’energia diffusa dal centro. Ancora oggi il simbolo del Triskel si associa al concetto dinamico di polarità energetica come un potente vortice energetico.

Nella sua funzione di catalizzatore energetico, può rilasciare o trattenere energia da un ambiente. Questo per ristabilire un equilibrio cosmico o di una persona. Quindi viene utilizzato sia per dare energia, sia per eliminare l’energia in eccesso. Il Triskel come elemento architettonico, simbolico e ornamentale, è presente sulle facciate di diverse chiese gotiche.