Corpus Domini

Significato, origine e storia della festa del Corpus Domini



Il Corpus Domini che tradotto in italiano assume il significato di “Corpo del Signore”, è denominata, più propriamente, come Solennità del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo.




Corpus Domini: origine e significato

 

Nella forma straordinaria del rito romano viene invece espressa nella forma latina Festum Ss.mi Corporis Christi. Il Corpus Domini è considerata è una delle principali solennità dell’anno liturgico della Chiesa cattolica ed è la festa dedicata alla Santa Eucarestia. Viene celebrata il giovedì successivo alla domenica dedicata alla festa della Santissima Trinità. Cade, quindi, nella seconda settimana dopo la Pentecoste.

La festività venne stabilita da papa Urbano IV nel 1264.

La festa del Corpus Domini, essendo una delle più popolari della cristianità, viene festeggiata con imponenti processioni che si svolgono per le vie di molte città italiane. A Roma, in occasione di questa importante ricorrenza, la processione per celebrare la festa del Corpus Domini è capeggiata dal papa stesso.

La festa del Corpus Domini venne istituita perché era sorta l’esigenza di dedicare un giorno specifico alla celebrazione dell’Eucarestia. Questa, infatti, nei secoli precedenti, era stata in parte messa in ombra. Questa ricorrenza venne proposta per la prima volta da Santa Giuliana, madre priora di Mont Cornillion a Liegi, in Belgio.

Ella raccontò di aver avuto delle visioni in cui le apparì Cristo. Questo le indicava un unico punto nero, su una Luna piena e luccicante. In quell’occasione le disse che il punto nero rappresentava l’assenza di una festa in onore dell’Eucarestia. Ella fu appoggiata dal futuro papa Urbano IV, all’epoca arcidiacono di Liegi che, una volta salito al soglio pontificio, istituì la festa.