Sir Lancillotto

Sir Lancelot du Lac



Lancillotto o Lancelot era figlio del Re Ban di Benwick e della Regina Elaine.  Nella maggior parte delle romanze francesi (e nelle opere da esse derivate) Lancillotto viene presentato come il più valoroso e fidato dei cavalieri al servizio di Re Artù.




Sir Lancillotto: la leggenda

 

Era “Il Primo Cavaliere” della Tavola Rotonda e gli furono riconosciute doti preziose come la gentilezza, la cortesia e il coraggio. Lancillotto era una cavaliere molto generoso nell’aiutare gli altri e viene considerato, ancora oggi, il più grande combattente e spadaccino fra tutti i Cavalieri della Tavola Rotonda.

La leggenda ci racconta che da bambino fu abbandonato sulla riva di un lago dove fu trovato da Vivien, la Dama del Lago che lo allevò e lo curò secondo le dottrine cavalleresche.

La leggenda ci dice anche che Lancelot era il padre di Galahad concepito da Elaine di Astolat che morì per un attacco di cuore perché Lancillotto non fece più ritorno ai suoi affetti e all’amore di lei.

Molte fonti ci raccontano dell’amore tra Lancillotto e la Regina Ginevra.

Ci sono molte verità da quando Lancelot diventò il favorito della Regina liberandola dal rogo in ben due occasioni. E fu in una di queste liberazioni che Lancelot erroneamente uccise Gareth. Questo lo costrinse ad abbandonare e a congedarsi dalla Tavola Rotonda. In seguito, la Regina si pentì e si fece suora in un’abbazia.

Lancillotto invece visse il resto della sua vita come un eremita in penitenza. Lancelot è originario della mitologia celtica. Fu un’invenzione degli europei, oppure è realmente esistito come cavaliere ed eroe?

Non lo sapremo mai ma sicuramente vivrà sempre nella nostra immaginazione come uno dei più grandi cavalieri della storia.