Mordred

Il nipote di Artù?



Gli “Annales Cambriae” ci raccontano che Artù e Medrwt (Mordred) morirono a Camlan, ma è da ritenere che la loro morte avvenne in due luoghi differenti.




Mordred: la leggenda

 

Geoffrey ci racconta che fosse il nipote di Artù, figlio della sorella Anna e di suo marito, Lot di Lothian. Il “Dream of Rhonabwy” lo considera figlio adottivo di Artù come pure suo nipote. Geoffrey asserisce che quando Artù si assentò per la campagna contro i romani, Mordred catturò Ginevra e si impadronì del trono. Questo episodio portò inesorabilmente verso la battaglia finale. In “Ly Myreurdes Histories” è scritto che Medrwt sopravvisse alla battaglia, per essere poi sconfitto e catturato da Lancillotto, il quale giustiziò Ginevra.

Questo accadde forse perché Lancillotto pensò che Ginevra avesse acconsentito alla sua cattura senza ribellarsi.

Così imprigionò Mordred con il cadavere di lei e incredibilmente egli la mangiò prima di morire di fame. Da adulto divenne uno dei Cavalieri di Artù e fu, per un breve periodo, compagno dello stesso Lancillotto. Mordred, inoltre, prese le parti della famiglia di Orkney contro la famiglia di Pellinore uccidendo il figlio Lamorak. Quando Artù andò a combattere Lancillotto, fu lasciato a regnare in sua assenza.

Egli proclamò che Artù fosse ucciso e poi progettò l’assalto a Ginevra, così da ritenere necessario il ritorno di Artù.